Sclerosi multipla e altre malattie

“Buongiorno. Scrivo a questo blog perché vorrei avere un confronto su un problema: oltre alla sclerosi multipla ho scoperto di avere anche il diabete e questa cosa mi ha letteralmente annientata. Cosa posso fare?
Cordiali saluti, G. R.”

Proveremo a rispondere a questa mail che ci è arrivata nei giorni scorsi.

Quando alla sclerosi multipla si aggiungono altre diagnosi

Capita, talvolta, che la persona con sclerosi multipla debba confrontarsi successivamente con la diagnosi di altre malattie. Che sia il diabete, l’ovaio policistico o altre condizioni, l’esperienza è quella di subire un ennesimo duro colpo.

Come è accaduto a G., tante persone si trovano in questa condizione: stanno già soffrendo per il pugno nello stomaco della diagnosi di sclerosi multipla e si trovano a dover incassare un nuovo colpo. Così, spesso è descritta l’esperienza di avere la sclerosi multipla e altre malattie, ma proviamo a guardarla da un’altra prospettiva.

Uno zaino pesante

La persona con sclerosi multipla porta sulle proprie spalle uno zaino pesante: sente la pesantezza della diagnosi di una malattia cronica, il fardello emotivo, l’affanno fisico e mentale.
Di fronte ad una nuova difficoltà, potrebbe sentirsi già stremata: «anche questo no, non sono disposto a sopportarlo». E cosa può fare G., che si sente letteralmente annientata?
Alleggerire il peso dello zaino. Fare i conti con la diagnosi di sclerosi multipla non elimina il dolore o la paura, ma li rende malleabili.

I vissuti emotivi, una volta elaborati, non occupano più “la testa” o “lo stomaco” della persona. Possono essere messi nello zaino. E quanto più la persona acquisisce familiarità con le proprie emozioni, tanto più il peso sulle spalle si alleggerisce.

Incassare un colpo alla volta

Questo significa che, di fronte ad un nuovo colpo da incassare, la persona ha un punto di vantaggio: sa già come parare i colpi, è già in grado di confrontarsi con i vissuti emotivi di una malattia e … ha le mani libere per affrontare una nuova sfida.

Se vuoi scriverci per esprimere un tuo vissuto, dubbio o raccontare la tua storia, puoi inviare una mail a info@diamovoceallasm.it. Risponderemo pubblicando in anonimato la tua richiesta.

Hai trovato utile questo articolo? Puoi iscriverti alla newsletter per ricevere i prossimi articoli.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci qui il tuo nome